Loading...

Incontinenza

/Incontinenza
Incontinenza 2018-02-13T20:24:37+01:00

L’incontinenza urinaria è una involontaria perdita delle urine, che determina un peggioramento della qualità della vita.
Questa condizione medica è frequente e molto spesso curabile ma viene trascurata dalle donne considerandola un condizione “normale” con cui convivere nel dopo parto o dopo la menopausa con l’avanzare dell’età, per la quale si cerca aiuto solo quando la gravità della condizione compromette in maniera significativa la qualità della vita.
Si calcola che in Italia soffrono di incontinenza di vario genere ed entità fino al 30% delle donne nel post parto, il 30%-40% delle donne adulte ed il 40%-50% delle donne in età avanzata.
Vi sono differenti tipologie di incontinenza urinaria, le più comuni sono l’incontinenza da sforzo, l’incontinenza da stress e la forma mista in cui appaiono entrambe le forme.

Fattori di Rischio

I fattori di rischio principali, spesso correlati all’insorgere di incontinenza urinaria in generale in donne senza patologie specifiche si possono riassumere in:

  • Gravidanza e parto sia per via vaginale che per taglio cesareo
  • Obesità e sovrappeso
  • Infezioni del tratto urinario
  • Stitichezza
  • Consumo di caffè, alcolici, fumo di sigaretta
  • Farmaci
  • Pregresse chirurgie
  • Ipotonia dei muscoli del pavimento pelvico
  • Instabilità del detrusore

Incontinenza da Sforzo

perdita involontaria di urina durante un colpo di tosse, starnuto o uno sforzo in generale che richieda un aumento della pressione addominale.

Incontinenza da Urgenza

incapacità della paziente di saper trattenere lo stimolo minzionale a lungo. Come avverte il nome, questo tipo di incontinenza è caratterizzata appunto dalla urgenza di correre in bagno, con la caratteristica spesso di non riuscire ad arrivare in tempo, al primo sintomo di urina.

Incontinenza Mista

rappresenta l’associazione di diversi generi di incontinenza, solitamente quella da sforzo e quella da urgenza. In questo caso il paziente non è più in grado di sopportare gli aumenti di pressione addominale e nemmeno gli stimoli urgenti alla minzione.

Incontinenza: Trattamento

A seconda del tipo, dell’entità della perdita urinaria e delle cause che sottostanno al tale condizione, la donna dopo visita urologica e dopo aver eseguito gli esami prescritti dall’ urologo valuterà assieme al medico l’eventuale necessità di ricorrere a terapia farmacologica o ad un intervento chirurgico.
La riabilitazione del pavimento pelvico è un valido strumento per migliorare o far scomparire le perdite di urina involontarie in tutti quei casi in cui si possa trarre beneficio da un miglioramento della tonicità dei muscoli del pavimento pelvico e degli sfinteri e da una loro corretta attivazione durante le attività della vita quotidiana.
Si può utilizzare la riabilitazione del pavimento pelvico sia nei casi in cui non si renda necessaria la terapia farmacologica o l’intervento chirurgico, sia  in combinazione con essi.

Incontinenza: Prevenzione

Tutte le donne che presentano fattori di rischio possono prevenire l’insorgere di incontinenza urinaria attraverso semplici esercizi di rinforzo muscolare eseguiti correttamente ed automatizzati nelle attività della vita quotidiana.
La prevenzione viene consigliata soprattutto alle donne che hanno partorito per via vaginale e che presentano ulteriori fattori di rischio come ad esempio un parto operativo o complicato, un periodo espulsivo particolarmente lungo o un feto di grosse dimensioni oppure che hanno avuto più gravidanze anche terminate in parti cesarei soprattutto se durante la gravidanza o nel post parto hanno sofferto di incontinenza urinaria anche se transitoria.
Altri fattori di rischio sono rappresentati da una condizione di sovrappeso, tosse cronica o un lavoro o un’attività sportiva che comportino un sollevamento di pesi o sforzi sopra la norma e ricorrenti infezioni urinarie.
Anche in assenza di ulteriori fattori di rischio donne alle donne che hanno partorito è consigliata una valutazione del pavimento pelvico per accertarne il ritorno ad un buon livello di tonicità.
Fisiochinesiterapia preventiva è fortemente consigliata inoltre a tutte le donne che dopo il parto presentano sintomi anche molto lievi e transitori.

La Proposta dell' Ostetrica

Incontinenza: Riabilitazione

Quando viene valutato con il medico che non vi sono patologie in atto per le quali sono necessari interventi diversi , o non appena cominciano i primi sintomi di incontinenza da sforzo la riabilitazione del pavimento pelvico rappresenta la prima scelta di azione.

La riabilitazione pelvica viene associata a consigli sul cambiamento dello stile di vita per poter ottenere risultati migliori e più duraturi.

La riabilitazione del pavimento pelvico prevede la presa di coscienza del proprio piano perineale, il miglioramento della sensibilità, del tono e della forza muscolare, della capacità di contrazione, la correzione di alterazioni della statica pelvica, l’ottimizzazione degli automatismi ed il rispristino di sinergismi respiratori addomino-pelvici e dove necessario l’inibizione dell’attività detrusoriale attraverso un training muscolare specifico.

Quando si interviene in maniera precoce utilizzando dove necessario l’elettrostrimolazione e il biofeedback la riabilitazione del pavimento pelvico riesce a ridurre o eliminare le perdite ponendo la donna nelle condizioni di migliorare significativamente il proprio stile di vita senza effetti collaterali.

La Proposta dell' Ostetrica

Incontinenza Urinaria Verona: Aggiornamenti

Valutazione gratuita del pavimento pelvico a Villafranca

Maggio 7th, 2018|Commenti disabilitati su Valutazione gratuita del pavimento pelvico a Villafranca

Mercoledì 23 maggio, una giornata di valutazione gratuita del pavimento pelvico a Villafranca, presso Medicina di Gruppo Città di Villafranca, in piazza Madonna del Popolo 1, per tutte le problematiche legate alla funzionalità del pavimento [...]

Incontinenza ed esercizi di Kegel: parliamone con l’ostetrica

Febbraio 12th, 2018|Commenti disabilitati su Incontinenza ed esercizi di Kegel: parliamone con l’ostetrica

Gli esercizi di Kegel sono esercizi che vengono effettuati con lo scopo di tonificare la muscolatura del pavimento pelvico. Si chiamano esercizi di Kegel dal nome del ginecologo Arnold Kegel che per primo li ha [...]